Tumore del pancreas: qual è il ruolo dell'oncologia?

La terapia sistemica (chemioterapia, per via endovenosa per bocca) dopo l’intervento chirurgico è detta “adiuvante”. Ha un ruolo chiave del trattamento del tumore del pancreas per colpire le cellule tumorali che residuano all’intervento. Sono utilizzate diverse combinazioni di farmaci, come la gemcitabina con nab-paclitaxel ed il FOLFIRINOX. La chemioterapia è somministrata a cicli solitamente mensili, nella durata di tre-sei mesi. La chemioterapia prima della resezione (detta “neoadiuvante”) si è invece dimostrata migliore nei tumori pancreatici “quasi” (o borderline) resecabili, cioè al limite per estensione o biologia o per condizione della persona. Data la precoce tendenza a formare metastasi di questo tumore, l’approccio “neoadiuvante” viene inoltre sempre più spesso proposto anche nei primi stadi.

Le persone con malattia avanzata sono candidate alla chemioterapia palliativa (cioè senza l’intervento curativo); tuttavia, alcuni pazienti con risposta al trattamento diventano idonei alla resezione. Quando vengono trovate metastasi, il tumore è classificato come non resecabile, ma in casi molto selezionati è possibile eseguire una resezione radicale con asportazione della metastasi.

L’immunoterapia è una forma di terapia che utilizza complessi che stimolano una risposta del sistema immunitariocontro il tumore ed include i vaccini. Infine, la terapia mirata somministra molecole che agiscono contro geni specifici o proteine che facilitano la crescita del tumore.

La radioterapia è un’ulteriore forma di terapia, che consiste nell'esposizione a radiazioni ionizzanti della regione del tumore, con lo scopo di controllarlo e di ridurne i sintomi, distruggendo le cellule tumorali. Viene prodotta da una macchina chiamata acceleratore lineare. Viene solitamente effettuata in sedute di circa 15 minuti, in regime ambulatoriale. Può essere utilizzata anche in associazione con chemioterapia (chemio-radioterapia), con lo scopo di permettere ai farmaci chemioterapici di sensibilizzare il tumore alla radioterapia, così più efficace. La radioterapia nel tumore del pancreas può anche essere somministrata in forma mirata o “stereotassica”, con piccoli acceleratori che concentrano le radiazioni nella regione del corpo particolarmente vicina al tumore.

Bibliografia

  • Mizrahi JD, Surana R, Valle JW, Shroff RT. Pancreatic cancer. Lancet. 2020 Jun 27;395(10242):2008–20.
  • Rehman M, Khaled A, Noel M. Cytotoxic Chemotherapy in Advanced Pancreatic Cancer. Hematol Oncol Clin North Am. 2022 Oct;36(5):1011–8.

Hai bisogno di maggiori informazioni o di prenotare una visita?

Prenota un appuntamento con il Dr. Valente in una delle strutture disponibili per visite ambulatoriali, seconde opinioni ed interventi chirurgici di chirurgia epatobiliare e pancreatica.
 

© Roberto Valente

Il sito internet robertovalente.eu rispetta le linee guida nazionali della FNOMCeO in materia di pubblicità sanitaria, secondo gli art. 55-56-57 del Codice di Deontologia Medica. Il Dr. Roberto Valente è iscritto all'ordine dei medici di Genova dal 22/07/1996. n. OMGE13431.